Aprile 10, 2016

Adamello Brenta

Selezionando una pagina di una galleria tutte le altre gallerie si aggiorneranno a quella determinata pagina e se ci sono foto vedrete tutte le immagini di quel numero pagina per ogni galleria.

Adamello Brenta

Bocchette Centrali e Ferrata Spellini

Trekking partendo da Molveno ed arrivando a Pradel(1360Mt) con la cabinovia, da lì siamo saliti fino al Rifugio Tosa Pedrotti 2490Mt ed abbiamo pernottato.
Il giorno dopo siamo partiti da rifugio e poco sotto parte il sentiero degli orsi che porta alla nuova ferrata Spellini, fatta nel 2010, scale e cavi di acciaio in ferrata che percorrono tutta la parete fino ad arrivare a Punta Dei Armi(2750Mt), da lì parte l’altra ferrata delle Bocchette Centrali, cenge e scalette ma nulla di impegnativo, per questo abbiamo scelto di fare la Spellini in salita dato che sarebbe più difficoltosa farla in discesa sia per le scale che sono numerose e di circa 10-15 metri sia per gli attacchi della ferrata.Dopo le numerose cenge delle Bocchette centrali siamo ritornati al Rifugio e da lì siamo riscesi fino a Pradel dove abbiamo preso la cabinovia per Molveno.Dislivello in salita totale primo+secondo giorno circa 1500Mt ed altrettanti in discesa abbiamo toccato il punto più alto a circa 2850Mt.

Giro dei 5 Laghi, Madonna di Campiglio

Arrivati a Madonna di Campiglio si gira a destra per il parcheggio del Lago Nambino, malga Patascoss, da lì si sale, io sono salito per la pista da sci che porta subito in vetta al Rifugio dei 5 Laghi e da lì si inizia il giro a ritroso passando per il Lago Ritorto, il Lago Lambin, il Lago Seredoli, il Lago Gelato, il lago Nero e il lago Nambino.Il dislivello è di circa 500 metri, niente di faticoso, però anche in questa giornata al Lago Seredoli ha iniziato a diluviare e scendendo ho preso acqua, ehh quest’anno è stato così, molto bello ugualmente e il Parco Naturale Adamello Brenta Geopark merita veramente di essere visto.

Giro dei Laghetti(Punto Max 2300Mt)

Sempre un giro dei laghetti dell’Adamello Brenta, partenza da Madonna di Campiglio, prima del paese si parcheggia a dx dove parte il sentiero per la Malga Vigo, passata la Malga si prosegue per il Rifugio delle Malghette dove si trova il primo lago, lago delle Malghette, si sale successivamente a dx e si prosegue per il lago Alto, si continua per i Tre Laghi e poi ad anello si scende per il Lago Scuro e rientro al rifugio delle Malghette e Malga Vigo e si scende al parcheggio dalla mulattiera.
Punto più alto 2300Mt, il percorso del trekking è visibile qui:

http://www.movescount.com/it/moves/move72819995

Gruppo della Presanella-Vedretta Presena Capanna Presena(2750Mt)

Dal passo del Tonale 1880Mt dall’ex ristorante Erica sono salito a piedi fino al Rifugio Presena 2750 Mt, circa 900 Mt di dislivello, si sale molto in fretta poiche il sentiero è praticamente diretto anche se ci vuole un pò di allenamento, quello che mi ha colpito è la STUPIDITA’ umana, dalle foto si vede benissimo che stanno riducendo la montagna ad una forma di pagliaccio di cantiere, è osceno, a parte la bruttezza estetica dell’ovovia ma l’impatto sulla montagna di tutti questi impianti di risalita è veramente negativo, per esempio la seggiovia che porta fino al rifugio Presena è INUTILE, sono 15 minuti a piedi che senso ha fare una seggiovia fin sotto il ghiacciaio?La gente deve andare a piedi altrimenti va a sciare da un’altra parte, no?
Dalle foto si vede benissimo che hanno ridotto la montagna a detriti e cantieri, non so veramente cosa vorranno ancora costruirci.Una cosa è sicura il Passo del Tonale mi ha DELUSO MOLTISSIMO.Sono proprio curioso di vedere come lascieranno il posto i prossimi anni, ci tornerò solo per vedere cosa hanno combinato e come hanno lasciato la montagna.Sarebbero da denunciare.
Poi l’uomo ha problemi se il cane viene lasciato libero in montagna, ma per il cane la montagna è il suo habitat E DOVREBBERO ESSERE TUTTI LIBERI mentre gli impianti di risalita non sono certamente positivi alla montagna, ma certamente gli impianti di risalita non disturbano la fauna, no, quelli vanno costruiti perchè portano tanti soldoni ed anche tanto cemento in mezzo alla natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Tuttavia il sito fractalcosmo.com non memorizza in alcun modo informazioni personali, o cookie di profilazione e qualsiasi altra informazione personale dell'utente. I cookie che vengono utilizzati sono basilari per migliorare l'esperienza di navigazione, ad esempio caricando una galleria di foto al secondo click non si attenderà più la stessa tempistica della prima volta, ma sarà più veloce il caricamento della pagina.Il sito non utilizza google analytics. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi