Settembre 1, 2017

Trentino 2017

Selezionando una pagina di una galleria tutte le altre gallerie si aggiorneranno a quella determinata pagina e se ci sono foto vedrete tutte le immagini di quel numero pagina per ogni galleria.

Passo dei Pozzi(Punto Max 2619Mt)

Provenendo da Vermiglio(TN) si prende a sinistra per Velon, Baito Velon, ad un certo punto prima del Baito c’è l’indicazione per Rifugio Denza, la strada è sterrata ma abbastanza percorribile e larga con piazzole di scambio, sale per circa 500/600 metri di dislivello in 7-8 chilometri…Si arriva al Parcheggio del Ex Forte della Presanella o Forte dei Pozzi Alti, da qui si prende il sentiero 234 che arriva fino al Passo dei Pozzi ad anello si rientra passando per il Rifugio Denza, la visuale dal passo è spettacolare con una bella vista sulla vedretta della Presanella.
Il move è visible qui, se non vedete subito il percorso ricliccate sul link fino a quando il browser non apre la cartina in maniera corretta(soprattutto con Firefox):
 
 

Passo Forcola(3032Mt)

Un facile passo a 3000, da Cogolo si prende per Malgamare, la strada è asfaltata fino a 1900 metri, si parcheggia alla centrale Enel e si prende il sentiero che porta al Rifugio Larcher al Cevedale, dal rifugio in un’oretta, un’oretta e mezza si arriva al passo Forcola, da qui si vede oltre che tutta la Val di Peio, Il Vioz, le vedrette della Forcola e del Cevedale, veramente entusiamante, per il rientro si può optare sia l’anello che passa per il Lago Careser(che però avevamo già fatto), sia l’anello che passa per il Lago Lungo, quest’anno siamo rientrati dal Lago Lungo chiamato anche sentiero dei Ghiacciai…Veramente un bel Trekking.
Il move, se non vedete subito il percorso ricliccate sul link fino a quando la cartina non si apre correttamente(soprattutto con Firefox):
 
 

Passo Valletta(Punto Max 2706Mt)

Da Malè si prende per Rabbi, Val Di Rabbi, subito dopo l’abitato di San Bernardo, si svolta a sx per cascate Valorz, appena dopo il ponticello del fiume Rabbies a dx c’è una strada sterrata ed un cartello di sentiero che indica ancora Cascate Valorz, si prosegue per la sterrata che ad un certo punto inizia a salire, la strada è stretta e con poche piazzole di scambio ma subito dopo un chilometro si arriva al parcheggio del Valorz, da qui si continua a piedi su sterrata e si segue per Malga Sorasass(Soprasasso), la sterrata diventa sentiero e risale tutto il costone della montagna, la salita è dura e faticosa si parte da 1250 ed i primi 800 metri di dislivello fino alla Malga sono veramente in pendenza, superata la prima Malga Casera, si arriva all’altipiano della Malga Soprasasso, con il Lago Soprasasso, la fatica è ripagata dal meraviglioso paesaggio, da qui si continua per Lago Rotondo, l’idea originaria era di arrivare al Lago, ma oramai che ero lì ho proseguito fino al Passo Valletta, arrivato al passo non avevo più fiato ma ne vale veramente la pena, la vista è magnifica…La val di Rabbi è sempre bella, il rientro per lo stesso sentiero, il rientro è una bazzecola ma la salita è un pò dura, stimano 4.30 ore dal Valorz, io con le pause ho impiegato in tutto 5 ore di salita, sono 1526 metri di dislivello in 16km andata e ritorno.Il move, se non vedete il percorso ricliccate sul link fino a quando la cartina non si apre correttamente(soprattutto con Firefox).

http://www.movescount.com/it/moves/move174249959

 

Lagostel (Punto Max 2595Mt)

Trekking tranquillo in Val Di Peio, da Peio Fonti si prende l’indicazione per Fontanino, si parcheggia al Rifugio Fontanino, prima del rifugio sulla dx sale una sterrata, si segue la strada e si continua su sentiero per il Lago Di Lagostel, io e Thor dal Lago abbiamo effettuato un fuori sentiero per andare un pò in alto, il rientro avviene ad anello per il percorso che rientra al Lago di Pian Palù.
Il move, se non vedete il percorso ricliccate sul link fino a quando il browser non apre la cartina in maniera corretta(soprattutto con Firefox), 16.14Km 969Mt di dislivello:
 
 

Passo di Rabbi(Punto Max 2478)

Da Malè si prende per Val Di Rabbi, prima di arrivare a Rabbi Fonti si prende per Piazzola e si seguono le indicazioni Rifugio Lago Corvo parcheggio Cavallar, al parcheggio si lascia la macchina e si continua su sentiero 108 che porta fino al Rifugio Lago Corvo, da lì si può andare in 10 minuti al Passo di Rabbi ed effettuare un giro per i Laghetti Corvo..Il rientro avviene per lo stesso sentiero ma si può anche fare un anello passando da Malga Caldesa.La prossima volta prima del Rifugio si può prendere il sentiero 12 che porta fino in vetta a Karspitze punta di Quaira 2752Mt.
Il move , se non vedete il percorso ricliccate sul link fino a quando il browser non apre la cartina in maniera corretta, soprattutto con Firefox:
 
 

Cima Redival, Re di Valle(2973Mt)

Un facile 3000, dal passo del Tonale si arriva all’Ex Ospizio San Bartolomeo, si deve chiedere per Hotel Sporting, la strada per l’ex Ospizio sale ad est del parcheggio dell’Hotel, si parcheggia all’Ex Ospizio e si segue la sterrata, verso est sempre diritto, per circa 15 minuti, io e Thor abbiamo sbagliato all’inizio ed abbiamo fatto due chilometri in più perchè si può salire da diversi punti(si vede nella cartina l’altro sentiero ma è più lungo), ma un signore mi ha consigliato il percorso più breve….Seguendo la sterrata sempre diritto verso la Malga Strino(ma non si deve arrivare alla Malga Strino molti passano da lì ma si allunga ed è inutile e salire dalla Malga sono 300 metri di dislivello in più) ad un certo punto si incontra un cartello che indica Ex Forte Zaccarana(dall’Ex Ospizio il percorso migliore è quello che mi ha consigliato il signore cioè passare dal Forte Zaccarana) e Bocchetta di Strino(4 ore), si segue il sentiero e si arriva all’Ex Forte Zaccarana, uno dei principali e importanti Forti della grande guerra e si continua su sentiero Bozerlait(non si segue per malga Strino ma si salgono i gradini dove parte il sentiero Bozerlait), si segue per Bocchetta Strino e Cima Redival(il cartello indicava 4 ore per la Bocchetta Strino ma io e Thor dal cartello fino in vetta abbiamo impiegato 3.30 ore senza pause solo il tempo di fotografare), il sentiero non è pesante perchè molti chilometri sono in piano ed il restante sale dai pascoli fino alla Bocchetta e poi in 30 minuti si è in Vetta al Redival, la Vetta non è difficile ci sono alcuni tratti di primo grado ma basta piede fermo e assenza di vertigini, niente di difficile. Dalla Vetta la visuale è magnifica su tutta la Presanella tutto il gruppo del Cevedale e del Vioz e gran parte della Val di Sole, sul sentiero c’è acqua, per me acqua vuol dire ruscelli non fontanelle ma c’è anche una fontana a 150 metri dal Forte Zaccarana.
Il rientro può avvenire o per il percorso dell’andata, come ho fatto io, oppure quando si scende si può passare per la Città Morta(Il sentiero che volevo fare in salita) però si allunga un pochino e c’è più dislivello perchè bisogna risalire ancora i pascoli per poi riscendere alla Città Morta e poi Ex ospizio San Bartolomeo.
Il Move, se non vedete correttamente la cartina con il percorso ricliccate sul link fino a quando il browser non apre la cartina in maniera corretta, soprattutto con Firefox, 22 km ma 2 chilometri vanno tolti perchè stavamo prendendo l’altro sentiero e 1200Metri di dislivello:
 
 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Tuttavia il sito fractalcosmo.com non memorizza in alcun modo informazioni personali, o cookie di profilazione e qualsiasi altra informazione personale dell'utente. I cookie che vengono utilizzati sono basilari per migliorare l'esperienza di navigazione, ad esempio caricando una galleria di foto al secondo click non si attenderà più la stessa tempistica della prima volta, ma sarà più veloce il caricamento della pagina.Il sito non utilizza google analytics. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi